Tuesday, November 14, 2006

all'improvviso una cosa reale. All'improvviso

ho passato il fine settimana ad una conferenza a st.andrews..
ok a dire il vero ho passato un fine settimana tra un aeroporto ad un altro dato che al momento dell'acquisto dei biglietti io erroneamente pensavo che la conferenza avesse luogo in glasgow (nel call for paper vi era sritto St. Andrews -glasgow e io pensavo che st andrews fosse il nome di una università di glasgow e...cioè, la cattedrale si chiama così e..nulla invece era una conferenza delle 2 univers. congiunte..chiusa parentesi)
quindi, vai di viaggio:
9 - 10 , cork a dublno..aereo
4 ore in aeroporto
14.30 - 15.30 dublino glasgow prestwick
trenino per glasgow (45minuti)
corsa a cercare una delle stazioni dell'autobus.
per pisciare in ogni cesso pubblico costa 20p di ingresso (automatico) e io ovviamente li ho infilati nel bagno delle donne
autobus glagow st. andrews..17,25 - 20, 30

in poche parole 12 ore in cui mi son letto
economist, time e newsweek..
tutto (in gran parte) dedicato al mid term americano (e una presa per il culo dell'italia..vignetta con una ballerina di flamenco che balla sulla spagna con i soldi al posto delle nacchere..e sull'italia un omino stile gondoliere, seduto a suonare una fisarmonica elemosinando...vabbè)
e dopo aver letto di guerre in iraq, elezioni ecc..
arrivo in un ostello figo ma deserto
con un tipo mooolto espansivo dagli us che mi parla di golf e assomiglia a j goodman
e all'inizio è di quelli simpatici, poi però è di quelli che fai due passi per distanziarti un po'.
la sera siamo lì a bere birra, arriva una coppia dagli us
e i due tipi iniziano a parlare
entrambi congedati a settembre
entrambi in iraq
uno a fallujia l'altro nn ricordo dove
per dire
esistono davvero
e trovarmi davanti gente che ne viene da una guerra che nn sia la seconda guerra mondiale
nn so,