Sunday, July 30, 2006

cosa vuol dire crescere in un paese sano economicamente

perché, non so voi, ma io non lo sapevo mica.
poi, vabbé, anche in italia ci sono i figli di papà ecc..ecc..
però penso che la maggioranza, dai sia più o meno come me.

dunque, per chi vive in irlanda o per chi ha viaggiato un poco, le cose che dico sono di una banalità insopportabile, perdonatemi . per gil altri faccio brevemente il punto della situazione.
perché dopo l'ennesimo 23enne, 24enne che lo vedi e gli chiedi "ehy dove sei andato in vacanza che sei così abbronzato?" e che ti risponde "no, sai..mi sono preso un break..ho fatto 6 mesi in Costarica/Australia/thailandia/ecc..ecc.. sai..giusto per, sai no..il surf, il sole..dai su..per staccare un po' noi..sai no?"
no.un bel belino che lo so.
qui iniziano l'università a 17 anni e lo stato tipo gli paga il 70percento delle tasse univ. (nn sono sicurissimo della percentuale..ma più o meno è quella..e la paga praticamente a tutti..alti bassi belli e brutti)
in 3 anni se tutto va bene si leggono un libro per esame e si prendono una laurea senza marcire su tesi.
ogni esame più o meno si basa principalmente su una tesina che ti prepari a casa...per dire..la prova orale non esiste e lo scritto in aula è contemplato ma non influenza il voto tanto come la suddetta tesina.
vabbè..so che anche in italia ora è più o meno così..(o no..)
cioè il college è il momento sociale, ehy sei adulto puoi finalmente bere, entrare in quasi tutti i locali..è il momento dei pary, cazzo..divertiamoci per 6mesi studiamo per 1 e si passa..
poi finiscono con una cultura generale mediamente non eccelsa..ma, ehy..chissenefrega, per la cultura c'è tempo, a 20anni (!!)l'importante è averci la laurea e andare o farti il meritato anno di vagabondaggio mondiale (omaggio dei genitori) o, se in famiglia proprio non si viaggia nell'oro, bene, vai a trovare un lavoro
e il lavoro lo si trova subito e (se sei irlandese, ovvio) a 20anni con una laurea in lingue te ne vai a lavorare in banca (nn sono così settari come da noi) e ti becchi attorno ai 2300-2700euro al mese (mediamente..conosco chi prende di meno, ma conosco anche chi prende decisamente di più)
bene, hai 20anni, ti fai un paio d'anni a 40.000euro l'anno di stipendio, vivi in una casa con altri studenti/lavoratori, ti sbronzi ogni fine settimana, e ti prendi una macchina.
(e i sindacalisti in lettura diranno..sì ma ce l'hanno un fondo pensioni? no che io sappia..ma d'altronde alzi la mano un tipo di 22anni italia che ce l'ha..quindi andatevene a fanculo, grazie..eh? come? si..la mutua..c'hanno l'assicurazione privata pagata dalla ditta...alzi la mano chi a 22anni in italia non è sotto la mutua di papà..ecco, fanculo ancora, vah)

poi però si guardano allo specchio e dicono..sì ho 22anni, che palle il tram tram in ufficio, che due maroni le 2settimane di vacanze, così, in giro per il mondo...ho bisogno di una pausa, per dio!
e portano per un anno o più il belino da qualche parte.
poi tornano e
o continuano gli studi e allora, vai a 23 anni colmiamo il gap culturale, che sento che voglio fare l'intelletuale ..e lo fanno e i masters e i dottorati sono tutt'altra cosa rispetto alle lauree e lì si fanno il culo ed ecco che ci raggiungono e superano in un colpo solo
o ritrovano senza colpo ferire un lavoro e via così.
mediamente a 26anni o hanno finito un dottorato, passato 2 anni di vita a non fare un beilno se non viaggiare, lavorato per 2 anni in uffici e affini.
o han fatto carriera nei suddeti uffici, non hanno idea di cosa voglia dire una falce e martello o cosa abbia scritto sartre ma questo nn gli ha certo pregiudicato di godersi un tramonto in non so che cazzo di atollo tropicale o di fare il mutuo per la casa.

lo so, probabilmente sto scrivendo un mare di cazzate, ma i blog son fatti anche e soprattutto per questo
è l'nvidia di vedere persone che crescono senza troppe preoccupazioni, senza troppe ansie per il futuro, con la consapevolezz che comunque andrà bene.
io vedo queste immagini, sento queste persone e poi nel cervellino mi appaiono i flash back dei miei italici amici sperando che presto ce ne sia uno che mi dica "oh, ste..sai com'è..mi son preso una pausa"